Ti trovi in:

Home » Aree Tematiche » Edilizia abitativa » Presentazione

Presentazione

Immagine decorativa

Presentazione settore edilizia abitativa.

Per quanto riguarda il settore dell’edilizia abitativa, il Servizio provvede ad attuare i seguenti interventi:

Interventi in materia di edilizia abitativa agevolata e pubblica (L. P. 13.11.1992 n. 21 e L.P. 7.11.2005 n. 15).

Gli interventi previsti in materia di edilizia abitativa agevolata e per i quali vengono predisposte apposite graduatorie sono diversificati nelle seguenti tipologie:

  • acquisto;
  • costruzione;
  • acquisto – risanamento;
  • risanamento;

Annualmente la Provincia Autonoma di Trento effettua a favore delle Comunità di Valle degli appositi stanziamenti di fondi da destinare ai vari tipi di intervento. Per poter accedere alle agevolazioni - che consistono in contributi in conto capitale (o a fondo perduto) e mutui a tasso agevolato - il richiedente deve possedere determinati requisiti (residenza, non possedere o aver posseduto nel triennio antecedente altra idonea abitazione, avere un determinato indicatore I.C.E.F. …).
 Possono altresì essere presentate le domande di locazione di alloggi di edilizia abitativa pubblica, sempre da parte di soggetti in possesso dei prescritti requisiti. Anche in questo caso vengono redatte apposite graduatorie.

Interventi in materia di edilizia abitativa a favore di persone anziane (L. P. 18.06.1990 n. 16).

Possono accedere ai benefici della L. P. 16/90 le persone ultrasessantacinquenni nonché richiedenti che comprendono o intendono includere nel proprio nucleo familiare le persone anzidette.
 Sono previsti contributi in conto capitale (o a fondo perduto) per interventi di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento, ristrutturazione e/o opere di adeguamento strutturale dell’alloggio.

Norme per il recupero degli insediamenti storici e interventi finanziari nonché modificazioni alla legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 (L. P. 15.01.1993 n. 1).

Gli interventi previsti, che mirano al recupero e alla valorizzazione del patrimonio immobiliare storico, sono diversificati nelle seguenti tipologie:
 
 b1) recupero, limitato al restauro e risanamento conservativo, di immobili ubicati nei centri storici;
 
 b2) recupero (restauro, risanamento e ristrutturazione) di immobili nei centri storici da destinare a scopo turistico (limitatamente ad alcuni Comuni della Valle di Non, definiti “zone rurali”);
Gli uffici preposti  in ragione della specificità e della complessità della materia trattata - svolge una costante attività di assistenza nei confronti dei cittadini interessati al fine di fornire ogni utile informazione per una corretta scelta del tipo di intervento.